Quanta roba c’era da fare ad El Paso, Texas, nel primo, torrido week end d’agosto. Il concerto dei Blink 182 alla Don Haskins Arena. Il Reggaeton con Nano, il DJ. Le mostre d’arte del Buthan al Lhakhang Cultural Exhibit, due passi dall’University of Texas. È il nuovo Texas, lo Stato che non elegge un senatore democratico da Lloyd Bentsen, 1988, e che, dopo aver fedelmente votato per i democratici dal 1872 al 1976 con Jimmy Carter, dal 1980, con Ronald Reagan, è bastione solido dei repubblicani in odio alle leggi sui diritti civili varate dal presidente texano Johnson. Ora il cambiamento è vicino. Città come Austin, con il festival SXSW, accolgono gli ispanici, gli europei, un nuovo Texas tecnologico, tollerante, aperto, una California con gli stivali Lucchese scintillanti ai piedi e un cappello Stetson da 10 galloni in testa guarda al futuro senza paura.

Quanta roba c’era da fare ad El Paso, Texas, nel primo, torrido week end d’agosto. Il concerto dei Blink 182 alla Don Haskins Arena. Il Reggaeton con Nano, il DJ. Le mostre d’arte del Buthan al Lhakhang Cultural Exhibit, due passi dall’University of Texas. È il nuovo Texas, lo Stato che non elegge un senatore democratico da Lloyd Bentsen, 1988, e che, dopo aver fedelmente votato per i democratici dal 1872 al 1976 con Jimmy Carter, dal 1980, con Ronald Reagan, è bastione solido dei repubblicani in odio alle leggi sui diritti civili varate dal presidente texano Johnson. Ora il cambiamento è vicino. Città come Austin, con il festival SXSW, accolgono gli ispanici, gli europei, un nuovo Texas tecnologico, tollerante, aperto, una California con gli stivali Lucchese scintillanti ai piedi e un cappello Stetson da 10 galloni in testa guarda al futuro senza paura.

El Paso e Dayton, calcola lo studioso Ian Bremmer, sono due dei 249 agguati del 2019 in America, vittime di armi da fuoco quasi 40.000, mentre lo Spectator Index ricorda le stazioni della Via Crucis dolorosa: Las Vegas, 2017, 58 morti; Orlando, 2016, 49 morti; Virginia Tech, 2007, 32 morti; Sandy Hook, 2012, 27 morti; Sutherland Springs, 2017, 26 morti; San Ysidro, 1984, 21 morti; El Paso, 2019, 19 morti; Stoneman Douglas, 2018, 17 morti.

Una lunga, infelice saga americana di armi, un’errata lettura del secondo emendamento alla Costituzione che non parla di libera vendita ma di «ben regolata milizia», lobby come la Nra, sforzi vani del Congresso con il Brady bill, la legge per il porto d’armi intitolata al portavoce di Reagan ferito nell’attentato con il presidente, e riforme bocciate sotto Obama, ma che ora diventa l’arsenale del terrorismo bianco ariano, nuova minaccia per un Paese diviso, alla vigilia di una storica elezione presidenziale. Quando la polizia ha fatto irruzione sul luogo della strage ad El Paso tanti dei presenti avevano armi spianate in loro difesa che era impossibile dapprima capire chi fosse il killer assassino.